Focris - Gestione-Your Sub Title Here

Focris - Gestione-Your Sub Title Here

 
 
 
 

Gestione

 

 L'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

 
La Residenza Sanitario-Assistenziale è un'azienda che eroga una serie di servizi complessi appartenenti a diverse aree professionali (area socio-assistenziale, area sanitaria, area amministrativo-gestionale).
Il risultato finale (la promozione del benessere dell'anziano) è fortemente condizionato dalla capacità di integrazione delle diverse dimensioni costitutive dall'azienda.
Infatti, la domanda di salute posta dall'anziano o dalla famiglia non può essere interpretata solo in termini sanitari ma è un'interrogazione di benessere che riguarda tutti gli aspetti della persona; è una domanda di senso di vita senza il quale la pura sopravvivenza può essere una maledizione.
Per rispondere adeguatamente a tali domande è necessaria una sorta di "contaminazione" professionale finalizzata a operare non per funzioni o servizi ma per progetti con al centro l'anziano che chiede di rimanere persona.
In tale ottica l'animazione non è solo compito dell'operatore professionale ma di tutta l'organizzazione, la riabilitazione non è solo un intervento specialistico ma deve trovare continuità nell'attività quotidiana, l'ausiliario socio-assistenziale si preoccuperà prima di relazionarsi con un individuo-persona poi di lavarlo, nutrirlo, ecc.
Poiché il risultato finale del servizio erogato dalla Residenza Sanitario-Assistenziale è fortemente condizionato dall'integrazione delle diverse componenti che concorrono a produrlo, l'organizzazione si è dotata di un Direttore Generale come ruolo di sintesi tecnico-gestionale con il compito di ricondurre ad unità le diverse anime aziendali.
Il Direttore Generale dipende dal Consiglio di Amministrazione e ad esso risponde del risultato complessivo dell'azienda.
I referenti delle diverse aree funzionali dipendono dal Direttore Generale secondo il seguente organigramma:

organigramma_per_sito-001

 Nota: 

 

1. Il Medico/Direttore Sanitario ha totale autonomia tecnico-specialistica ed è responsabile del risultato sanitario, ma dipende dal Direttore Generale per gli Aspetti  organizzativo-gestionali. 

2. Le funzioni in ambito assistenziale ed alberghiero sono state affidate fino al 2008 a Cooperativa esterna specializzata. Anche in questo caso, il produttore esterno del Servizio dovrà condividere la cultura organizzativa e produttiva del committente.

 
LA DOTAZIONE ORGANICA 

 
Il fabbisogno di personale per profilo professionale e per consistenza numerica è normato dagli standard gestionali per le Strutture Protette per anziani non autosufficienti definiti dal Piano Socio-Assistenziale regionale per il triennio 1988/90 tuttora vigente approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. IV/871 del 23/12/1987.
Tale standard gestionale è stato in parte modificato dalla deliberazione della Giunta Regionale n. V/122 del 12/2/1991 DGR n. VM/7435 del 14/12/2001 e successive modifiche e integrazioni.

 

Ovviamente in aggiunta alle professionalità calcolate numericamente sulla base dello standard gestionale vigente in Regione Lombardia, in diretto rapporto al numero degli Ospiti, sono presenti in ogni R.S.A. altre figure professionali che svolgono funzioni generali o di supporto non vincolato a parametri standardizzati.


In particolare:

 

  • gli operatori amministrativi;

  • gli addetti al Servizio di ristorazione alberghiera (cucina, pulizia, lavanderia, guardaroba, parrucchiere, podologo);

  • gli addetti alla manutenzione impianti.

 
Si ritiene inoltre essenziale assicurare l'assistenza religiosa (non prevista dalla normativa vigente) alle persone che per libera scelta riterranno di avvalersi di tale forma di "animazione".